A settembre è ricominciato un po’ tutto: il back to school, il ritorno in ufficio, le attività sportive, finalmente è ripreso anche il campionato di calcio, e noi dobbiamo essere preparati davanti al televisore per le prime partite sapendo benissimo cosa mangiare prima di una partita di calcio. Perchè sì la partita è importante, e altrettanto importante è la compagnia. Ma bisogna anche sapere cosa servire a tavola per godersi bene la serata sportiva. Una partita di calcio non è partita senza gli stuzzichini giusti. Quando parliamo di cosa mangiare prima di una partita di calcio non parliamo di una cena impegnativa, ma di qualcosa di veloce e goloso che si possa gustare sul divano senza perdere le azioni più importanti, una specie di apericena rinforzata. Vediamo insieme come organizzare la cena prima della partita di calcio (ma che continua anche durante il primo e secondo tempo).

Leggi anche:

Alimentazione per sportivi: una vita attiva e golosa

Cosa portare per un picnic autunnale

Amoretti e la collaborazione con CUS Parma

Cosa mangiare prima di una partita di calcio: partiamo dalle bevande

Una partita di calcio in tv non può essere goduta fino in fondo se non si organizza la parte dedicata alle bevande. Considerando il pre e il post partita sarà una serata piuttosto lunga, assicuratevi che tutti abbiano accesso a bevande fresche.

Ecco qualche consiglio di cui tenere conto:

  • Create una vera e propria postazione drink
  • Riempite un recipiente con del ghiaccio e teneteci dentro le birre
  • Lasciate una parte dedicata alle bevande non alcoliche: succhi di frutta, bibite gassate, drink analcolici
  • Potete creare un drink apposta per la serata, con i colori della vostra squadra
  • Non dimenticate l’acqua

Snack golosi e facili da preparare

Ora che la postazione drink è organizzata a dovere, passiamo alla cena prima della partita. Il cibo dovrà essere semplice, tutto da mangiare con le mani in modo da stare comodi anche sul divano. Durante la partita sono vietate le posate. Per prima cosa fate il pieno di patatine, compratene di diverse varietà e gusti e servitele in ciotole non troppo piccole, così da evitare disastri in giro. Disseminate i tavolini di tovagliolini e bicchieri di carta compostabile (dobbiamo essere ecofriendly anche davanti alla tv).

nachos e guacamole

Con le patatine sono d’obbligo le salse: potete preparare una deliziosa guacamole con dell’ottimo avocado dove intingere dei nachos all’italiana fatti con deliziose piadine (trovate la ricetta qui). Anche la salsa rubra è una salsina perfetta per accompagnare gli snack della partita, anche in abbinamento alle focaccine Amoretti. Al salame, crudo e mozzarella o cotto e fontal, servitele tutte scaldate leggermente in forno o su una piastra calda, saranno deliziose. Per non parlare dei golosissimi panciotti farciti, una delle specialità di gamma. Morbidi e dal ripieno saporito, sono perfetti da addentare nei momenti divertenti del gioco, vorranno assaggiarli tutti. E che ne dite del pane fritto con il macco di fave?

Dopo una partita di calcio, cosa mangiare?

Finita la partita e finiti gli snack non è di certo finita la serata. C’è ancora spazio per qualche boccone gustoso, magari per festeggiare la vittoria della squadra del cuore. Sedetevi a discutere del gioco in compagnia di una french focaccina, una versione salata del french toast in cui le protagoniste sono ancora una volta le focaccine Amoretti. Ve l’ho detto che sono irresistibili.

Ma la fine della partita è anche il momento giusto per preparare qualcosa che si mangia con le posate, come un ottimo piatto di spaghetti al pomodoro e basilico. La semplicità vince sempre, e consola anche in caso di sconfitta. Se invece preferite qualcosa da preparare in anticipo e infornare all’ultimo momento, buttatevi su un bel piatto di melanzane alla parmigiana, da preparare anche in versione monoporzione.

Condividi