Il picnic non può essere paragonato ad un semplice pranzo. Non è solo buon cibo, è natura, aria aperta, condivisione, svago, relax, gioco. E sarebbe un peccato limitare tutto ciò solo a pochi giorni durante l’anno, non credete? Il pic-nic può trasformarsi in un’occasione per fare un pranzo d’estate al parco, una gita fuori porta in primavera, una pausa pranzo o un aperitivo in autunno. Vediamo come sfruttare questa bella occasione in ogni stagione. 

Picnic di primavera

In primavera, non può mai mancare il pic nic di Pasquetta. Con l’arrivo della bella stagione non c’è niente di meglio di un allegro pic-nic per godersi l’aria aperta e la rinascita della natura. Basta un po’ di organizzazione ed il gioco è fatto: un’occhio al meteo, una coperta per sdraiarsi, tante prelibatezze da gustare e giochi e passatempo da fare in compagnia. 

Ma il picnic non si fa solo a Pasquetta! In primavera il sole e la temperatura mite ci chiamano fuori casa: è il momento di ricominciare con le gite fuori porta con pranzo al sacco. Se la gita è di tutta la giornata, il pranzo al sacco può trasformarsi in un picnic per riprendere le forze e godersi il panorama. Riducete al minimo le cose da portare per non appesantirvi ed ecco servita la giornata perfetta. 

picnic

Pic nic d’estate

Il sole splende, i fiori profumano e all’aperto si sta benissimo: l’estate è decisamente il momento perfetto per un picnic. Il picnic estivo è quello in cui possiamo goderci tutta la giornata sdraiati sull’erba, senza timore della temperatura o del rischio di pioggia. Godetevelo organizzando ogni cosa nel minimo dettaglio e preparando un pranzo in grande stile: coperta, borsa frigo, piatti, posate, bicchieri, ma anche le carte, la palla, il frisbee. 

L’estate è poi il momento perfetto per le feste in giardino, sotto forma di picnic, aperitivo o cena a buffet.

Picnic d’autunno

Chi l’ha detto che in autunno non si può fare un picnic? Il momento perfetto per ammirare il foliage in un pranzo nei boschi o un after work al parco. In particolare, potete approfittare della cosiddetta “Estate di San Martino”, periodo dalle temperature miti, per fare un pic nic di San Martino, prima dell’arrivo freddo invernale. Per il picnic autunnale ci vogliono un telo impermeabile, una coperta, una bella bottiglia di vino rosso e volendo qualcosa di caldo o tiepido, trasportabili in contenitori termini. 

picnic-di-autunno

Pic-nic d’inverno

Ci starete forse dando dei pazzi a pensare di fare un picnic d’inverno ma pensate a quelle giornate di sole invernale, quel cielo blu terso e immaginatevi di godervelo con una pausa pranzo al parco. Sarà sicuramente un momento più frugale e breve rispetto ad un picnic estivo ma basta attrezzarsi con contenitori termici per bevande e pietanze calde e siamo sicuri che non vorrete più rinunciare al vostro picnic, neanche in inverno.

Qui trovate altre idee per rendere i picnic più chic ed ecologici.

Condividi