Cosa serve per fare dei buoni panini? Ricette che rendano il loro sapore unico, ingredienti sani e gustosi, un pane straordinariamente buono e un’occasione buona per mangiarne a più non posso. I panini sono legati indissolubilmente alla merenda di quando eravamo bambini: al pane e salame di ritorno da scuola, che per i più golosi si trasformava invece in pane e cioccolata o ancora nel più classico pane e marmellata, molto amato anche per le colazioni. Ma i panini si collegano subito anche alla gite all’aperto, al pranzo al sacco consumato tra le montagne durante le camminate, o in mezzo ai prati di campagna. I panini sono i nostri migliori amici per i picnic di tutte le stagioni, per non parlare della loro presenza obbligata anche quando si parla di pausa pranzo in ufficio o della più recente pausa pranzo in smart working. Vogliamo celebrare i panini tutti i giorni e per questo vogliamo suggerirvi i trucchi per preparare un panino perfetto per ogni occasione.

Ricette panini farciti, quando il segreto rimane la semplicità

Il successo delle ricette di panini è molto semplice: la semplicità. Pensateci un attimo, nel panino non c’è nulla di pretenzioso: due fette di pane, salumi, formaggi, per i più golosi qualche salsa a rendere il sapore unico. Magari si può aggiungere qualche verdura di accompagnamento nelle versioni più gustose. La ricetta del successo dei panini sta negli ingredienti, che devono essere genuini e deliziosi, nella scelta del pane, negli abbinamenti di sapore e nel modo in cui andiamo a tostarli. Se le materie prime che abbiamo scelto per preparare le nostre ricette per panini farciti sono fantastiche, allora non si può sbagliare di certo. Prendiamo per esempio Il Marcello, il panino gourmet della gamma Amoretti. Il pane scelto per Il Marcello è un pane semplice, bianco, perfetto per racchiudere l’eccellenza. Il ripeino? Prosciutto cotto Brivio Alta Qualità, erbe di Montevecchia, cipolle caramellate e per finire una salsa delicata. Una bomba di sapore da gustare in ogni momento della giornata, persino a colazione.

Ricette panini sfiziosi: non tutti pani sono creati uguali

La prima cosa da scegliere quando si vuole preparare un panino è il tipo di pane. Il pane è la base del nostro panino sfizioso, la tela bianca su cui andremo a costruire il nostro capolavoro di gusto. Dalla scelta del pane dipenderà tutto il resto: farcitura, salsa e cottura. Il tipo di pane è ovviamente una questione di gusto. Ci sono gli amanti del pane bianco tipo ciabatta, croccante fuori e morbido dentro, ci sono gli amanti del pane affettato, tipo Altamura, spesso e perfetto da tostare. Poi c’è chi preferisce sapori più complessi, come quello del pane integrale. Il pane integrale, per esempio, ha gusto e consistenza perfetti per i panini con verdure, ma è perfetto anche con la cremosità dei formaggi. Stessa cosa vale per i pani con i cereali antichi, come per esempio Il Vegetariano Amoretti. Morbide melanzane, brie delicato e seducente, pomodori essiccati al sole. Ma un pane particolare è anche il segreto per dare un nuovo twist a un grande classico. Proprio come abbiamo fatto noi con crudo e mozzarella, un’accoppiata vincente, che raccolti in un panino integrale ai semi da un nuovo volto a un abbinamento che ha fatto la storia.

panini-amoretti

Panini farciti: ricette con pane al mais

Uno dei pani che preferiamo per preparare i nostri panini farciti è il pane al mais: la sua croccantezza e il suo sapore leggermente sapido risultano golosissimi in termini di gusto. Il pane al mais ha una consistenza particolare che arricchisce ogni ripieno e risulta anche particolarmente indicato per accogliere le salse, senza bagnarsi eccessivamente. Noi di Amoretti usiamo il pane di mais per Il Provenzale, che deve il suo nome proprio alla salsa che lo accarezza. Dentro ci abbiamo messo solo del dolcissimo prosciutto cotto, certi che non avesse bisogno di nient’altro per gridare al mondo il suo sapore. Il pane di mais si è rivelato la scelta vincente anche per il nostro panino Rustico con arista, melanzane grigliate e salsa rubra.

Come servire il panino perfetto

Una volta che avete scelto il vostro panino, non vi resta che completare l’opera con la tostatura. Il panino si può scaldare e tostare in diversi modi: con la piastra, nel forno o in padella. La piastra è il modo più semplice e professionale per tostare un panino, schiacciandolo infatti lo rende più morbido e scalda la superficie in modo uniforme. Ma se non avete una piastra non preoccupatevi, una padella andrà benone.

  • Fate scaldare molto bene la padella e inizialmente dividete il panino a metà, così da scaldare anche separatamente le due parti di pane senza cuocere troppo la farcitura.
  • Dopo una prima scottatura iniziale, ricomponete il panino e scaldatelo di nuovo da entrambi i lati.
  • Se ci sono delle verdure, prima della tostatura finale vi consiglio di condirle rapidamente con un goccio di olio extra vergine di oliva.
  • La stessa cosa vale per la cottura in forno, che dovrà essere caldo a 150° e con il grill acceso. Scaldate prima il panino diviso e poi ricomponetelo, fate attenzione a non bruciarlo.

Leggi anche:

Dove trovare i prodotti Amoretti

Idee pranzo in ufficio: dimmi cosa mangi e ti dirò chi sei

Colazione salata: cosa mangiare per ripartire con energia e restare in linea

Condividi