La cosa più bella della primavera? Le prime gite fuoriporta, leggere un libro sull’erba mentre ci si abbronza, i picnic . E l’immancabile pranzo al sacco! Più pratico rispetto al classico picnic, ha il sapore dell’avventura e dell’escursione, facendoci sentire già in vacanza.

Il maxi toast Amoretti si candida a diventare il pranzo più amato dagli escursionisti quest’estate: è abbastanza grosso da soddisfare la nostra fame dopo una lunga passeggiata, è già pronto così, è ripieno con salumi affettati al momento di alta qualità, e non si “ammoscia” durante il trasporto, perchè il pane è grigliato in modo particolare e resta morbido e croccante in superficie.

Cosa non deve mancare mai nel tuo zaino durante una gita fuoriporta? Ovviamente il pranzo al sacco: toast e macedonia di frutta sono una soluzione golosa che soddisfa il gusto e il bisogno di idratazione. Metti la macedonia in un contenitore termico ed ermetico, in modo che resti fresca e non “perda succhi” nello zaino. Se la vuoi addolcire, aggiungi succo d’arancia ai pezzettini di frutta, oppure zucchero e succo di limone.

macedonia

Il maxi toast è più grande di un toast normale, perfetto come sostituto di un pasto in movimento, ma occupa davvero pochissimo spazio nello zaino, quindi è un alleato leggero e perfetto per una gita.

Un consiglio: non guarnire ulteriormente il tuo toast Amoretti già pronto. Una volta che hai scelto il ripieno, non aggiungere altro, e soprattutto, non salse o verdura. Questo perchè aumenta il rischio che salse o acque degli ortaggi possano fuoriuscire durante la camminata non solo rovinando il ripieno ma anche macchiando l’interno dello zaino. Se tieni il toast così, nella sua confezione, sarai al sicuro da fuoriuscite di ripieno.

Non deve mai mancare nemmeno una borraccia per l’acqua. Esistono contenitori termici portatili, che potrai riempire prima dell’escursione e man mano rabboccare con le fontanelle per escursionisti che trovi lungo il cammino.

Se hai intenzione di fermarti a fare molte foto, potresti avere bisogno di una batteria supplementare per ricaricare smartphone e fotocamera. Ne esistono di tascabili che si alimentano anche a energia solare. Ricaricano un po’ più lentamente ma producono energia pulita e non ti lasceranno mai “a secco”.

Non far mancare un impermeabile tascabile da infilare nello zaino in caso di pioggia improvvisa, una cartina per non perderti nei sentieri, occhiali da sole, crema solare, un telo e un buon libro per sdraiarti sul prato a gustare il tuo pranzo al sacco e rilassarti in mezzo alla natura.

Condividi