La piadina romagnola è una preparazione amatissima, sia in Italia che all’estero. È ideale sia da mangiare a casa, come pasto leggero e frugale, sia come street food, da addentare passeggiando sul lungomare. Di versatile preparazione, la piadina può essere farcita con verdure, salumi, formaggi, salse ma anche creme spalmabili dolci. L’impasto può essere facilmente preparato in casa, partendo da ingredienti semplici quali farina, acqua e sale. In alternativa, per praticità, potete acquistare anche la piadina già pronta, per poi scaldarla e farcirla a vostro piacimento. Vediamo quindi come scaldare la piadina e tutti i modi per servirla

Come scaldare la piadina in padella

Il modo più semplice e rapido per scaldare la piadina è utilizzando una padella antiaderente. L’ideale sarebbe una padella per crêpes, con i bordi più bassi possibile, in modo che non si pieghi. Non è necessario ungere la padella; vi basterà scaldarla e poi appoggiarvi sopra la piadina. Scaldatela massimo qualche minuto per lato, facendo attenzione a non bruciarla e a non farla diventare troppo croccante, cosa che non vi permetterebbe poi di ripiegarla agilmente.

Come scaldare la piadina al forno

In alternativa alla padella, per scaldare una piadina è possibile utilizzare anche il forno. La temperatura non deve però superare i 180°C e le piadine non devono restare in forno per troppo tempo, in modo da evitare che brucino o si secchino. 

Vi sconsigliamo di scaldare la piadina al microonde, perché rischia di rendere la pasta troppo molle e gommosa, quando la piadina perfetta dovrebbe essere leggermente croccante.

Come farcire la piadina

Le farciture per la piadina sono davvero infinite. È anche questo il bello di questa preparazione: può ognuno può personalizzarla come meglio crede e con gli ingredienti che più preferisce. 

Le piadine possono essere salate o dolci, farcite con carne e pesce o vegetariane, con ingredienti cotti o crudi. I salumi e i formaggi vanno per la maggiore, come il Brie, lo speck o l’Edamer, arricchiti anche con verdure, salse o simili. 

Scoprite tutti i gusti delle piadine Amoretti e tante ricette classiche e originali per farcirle.  

Come servire una piadina

Una volta farcita, ci sono poi diversi modi per servire la piadina in tavola. Il più classico è la chiusura della piadina a libro, che prevede la farcitura solo per metà per poi essere ripiegata a metà e divisa in due. 

In alternativa potete servire la piadina, per un aperitivo o un picnic, in tanti altri simpatici modi:

  • Arrotolata: prevede la farcitura su tutta la superficie e si arrotola per il lungo, cercando di tenerla abbastanza stretta e formando un lungo roll.
  • rotolini: dividendo quella arrotolata in tante parti. Provate ad esempio la piadina roll. È ideale per buffet e antipasti.
  • spicchi: si farcisce a metà, si chiude a libro e si taglia a spicchi.
  • cono: la piadina viene scaldata, fatto un taglio in corrispondenza del raggio della circonferenza e poi arrotolata su se stessa in modo da formare un cono ed essere poi farcita al centro. 

Qui trovate anche come servire il toast perfetto

Condividi