Se tra i vostri buoni propositi dell’anno nuovo c’era una vita all’insegna della sostenibilità, un buon modo per iniziare è partire dalla cucina, e come cucinare con gli avanzi. Sprecare il cibo è un peccato mortale, questo ci hanno sempre insegnato le nostre nonne che erano cintura nera della cucina anti spreco. Forse oggi abbiamo un po’ perso questa abitudine ed è il momento giusto per recuperarla. Una cucina anti spreco è una cucina prima di tutto ben organizzata, dove abbiamo sempre sotto controllo quello che acquistiamo, le date di scadenza e soprattutto quello che vogliamo mangiare durante la settimana. Cerchiamo di cucinare le giuste quantità per non buttare via nulla. Nonostante questo però capita di avanzare qualcosa, vediamo insieme come cucinare con gli avanzi per mettere la creatività a servizio di una cucina sostenibile.

Idee pranzo in ufficio: dimmi come mangi e ti dirò chi sei

Ricette apericena: 5 idee geniali da provare subito

Cucinare con gli avanzi: non buttare, crea!

La creatività è la parola chiave in cucina ogni giorno, ma è quello che ci serve per trasformare gli avanzi in ricette deliziose. Vi assicuro che c’è una soddisfazione particolare nel finire quello che c’è nel frigorifero senza buttare via nulla. Prendetela come una sfida, motivatevi a non sprecare e a trovare idee sempre più geniali per riutilizzare gli avanzi. Cominciamo dalla cose più semplice: le verdure. Le verdure sono quelle che hanno un turnover più rapido nel frigorifero perchè vanno consumate velocemente. Compratele sempre fresche e di stagione, mi raccomando.

nachos e guacamole
  • Se avete qualche zucchina o melanzana che vi avanza nel cassetto, affettatela e grigliatela. Potete mangiare le verdure grigliate così, o, in alternativa usarle come contenitore per degli involtini farciti con del formaggio e del prosciutto.
  • Tagliate a tocchetti le verdure avanzate e raccoglierle in un sacchetto per surgelati conservandole in freezer per quando avete voglia di un minestrone.
  • Non buttate nemmeno gli scarti delle verdure, utilizzate le parti più dure dei finocchi, le parti più esterne dei porri, i gambi dei broccoli, per i brodi vegetali o per arricchire zuppe e vellutate.
  • Nel dubbio frullate. Create salsine deliziose facendo cuocere verdure miste e pomodoro. Aggiungete olio extra vergine d’oliva e un po’ di pecorino, frullate tutto e usate per condire la pasta ma anche come salsa per guarnire crostini. E perchè no da usare per servire dei triangolini croccanti di piadina, come avevamo fatto per la nostra guacamole.

Il pane raffermo non si butta mai

tipi-di-pane-francese

Il pane è una cosa preziosa e non si dovrebbe mai buttare, anzi da raffermo è così utile che è sempre meglio averne un po’ a portata di mano. La prima cosa da fare con il pane raffermo e tritarlo finemente per preparare il pane grattugiato. Il pane grattugiato fatto in casa ha un sapore completamente diverso da quello che si acquista fuori. Se siete appassionati di verdure gratinate, polpette e cotolette non resistete alla tentazione di fare la panatura con il pane fresco. Meglio ancora se aggiungete qualche pezzetto di focaccia avanzata e diventata scrocchiarella oppure grissini. È la varietà a fare la differenza. Conservate il pane grattugiato in frigo o in freezer in un contenitore ermetico.

Altre idee per riutilizzare il pane raffermo

Ma con il pane raffermo non si prepara soltanto il pan grattato. Ci sono moltissimi modi gustosi per riutilizzarlo. Prendiamo per esempio la pappa al pomodoro, un piatto velocissimo e delizioso che viene proprio preparato utilizzando il pane che viene ammollato nella salsa di pomodoro e brodo. Le polpette, regine della cucina con gli avanzi, sono perfette da preparare con il pane raffermo ammollato nel latte. E non solo, le polpette sono una ricetta svuota frigo perfetta: potete aggiungere verdure avanzate, formaggi quasi finiti, E se vi chiedete cosa cucinare con gli avanzi del bollito (o del lesso) la risposta sono sempre loro: le polpette. Che alla milanese vengono chiamate mondeghili. Con il pane raffermo si possono fare anche delle torte oppure degli gnocchi, come i canederli.

Dove trovare i prodotti Amoretti

Cucinare con gli avanzi: nel dubbio tirate fuori una pirofila

Se vi avanza qualcosa in frigorifero e siete in dubbio su cosa preparare, la risposta giusta è sempre nella pirofila. Tirate fuori la vostra pirofila e cucinate. Vi avanza della mozzarella? Disponete nella pirofila dei panciotti tagliati a listarelle, guarniteli con mozzarella tagliata a dadini e colata e finite con del formaggio grattugiato. In forno a 180° sotto il grill. Una meraviglia. Non sapete cosa fare delle verdure cotte che avete in quel contenitore da giorni? Pirofila! Conditele con sale, pepe e un filo d’olio extra vergine. Disponetele nella pirofila e completate con della besciamella e prosciutto. Poi mettete in forno a gratinare. La stessa cosa potete fare con la pasta: scolatela a metà cottura e conditela con verdure e pesto, finite con i formaggi e infornate subito. La casseruola è sempre la risposta alle nostre preghiere in cucina.

Condividi